Steroidi Anabolizzanti Effetti, Risultati, Rischi e Pericoli

Gli steroidi anabolizzanti soggetti a prescrizione medica agiscono in modi diversi per il trattamento di alcune patologie. Gli steroidi anabolizzanti sono i più comuni farmaci per migliorare l’aspetto e le prestazioni (APED). Questi risultati suggeriscono che i SARM potrebbero essere efficaci quanto il trattamento con testosterone e suoi derivati ​​nel promuovere la libido maschile. Sono necessarie ulteriori ricerche per studiare l’effetto dei SARM sul desiderio e sulla funzione sessuale negli esseri umani di entrambi i sessi. Gli androgeni hanno effetti importanti sulle funzioni sessuali sia nei maschi che nelle femmine, un dato coerente con l’espressione della AR nei sistemi genito-urinari di entrambi i sessi.

Diciamo di si, ma devo ricordare che un aumento della libido, se non soddisfatto (Freud insegna …) si può trasformare in pulsioni di altra natura, fino alla criminalità. Spesso non è possibile attuare una valutazione adeguata della possibilità che l’utilizzo di Steroidi Anabolizzantipossa avere gravi conseguenze sull’esistenza di una persona. Se gli effetti negativi sul piano fisico sono piuttosto noti e diffusi tra gli abusatori di Steroidi Anabolizzanti, non sono altrettanto chiare le conseguenze sul piano Psicologico e Psichiatrico di questa pratica. Le percentuali sono molto più alte se si analizzano specifici gruppi di popolazione come gli atleti dell’NFL o modelli professionisti maschili e femminili nel mondo del Fitness e della Moda, dove le stime salgono a ben più del 50% a seconda degli studi (3, 4, 5). Il Testosterone propriamente detto fu isolato per la prima volta nel 1930 (David et al., 1935; Wettstein, 1935).

Precauzioni per l’usoCosa serve sapere prima di prendere Deca Durabolin

Con la somministrazione continua di steroidi, alcuni di questi effetti diventano irreversibili. L’attuale legislazione in materia di doping consente l’accompagnamento medico in caso di consumo problematico di anabolizzanti solo se la persona non pratica un’attività sportiva a livello agonistico e solo se è motivata a smettere di assumere la sostanza. Questa condizione può verificarsi quando pillole di steroidi 17α-alchilati vengono consumate incautamente (di solito si verifica con lunghi cicli di steroidi orali) senza riguardo per l’uso di integratori epatici.

  • Si parla di vigoressia quando un individuo avverte una marcata sensazione di inadeguatezza nei confronti del proprio corpo, sviluppando un’ideazione ossessiva su questo tema.
  • Ideati principalmente come farmaci per il miglioramento della funzione cardiaca in condizioni alterate del sistema cardiovascolare, i beta-bloccanti presentano anche effetti neurologici calmanti, riducendo l’ansia, il nervosismo e stabilizzando le prestazioni motorie.
  • Come accade alla persona anoressica che continua a percepirsi in sovrappeso nonostante il grave calo ponderale, anche il bodybuilder potrebbe continuare a sentirsi insoddisfatto delle dimensioni della sua massa muscolare, nonostante sia palesemente differente dalla media delle persone.
  • Potenziali disturbi del sonno, inoltre, si annoverano tra gli altri sintomi collaterali.

Gli steroidi sono un gruppo di sostanze lipidiche caratterizzate da un nucleo chiamato sterano, al quale si legano più catene laterali. Vengono usati nella cura di diverse malattie e spesso impropriamente nel mondo del bodybuilding. Le cisti possono rompersi, causando emorragie interne e, in rari casi, persino la morte. Relativamente alla sicurezza di impiego degli steroidi inalatori, qualche problema può sorgere utilizzando per lunghi periodi alti dosaggi superiori a 400–500 μg al giorno.

Quali sono gli effetti collaterali?

L’effetto tossico a medio-lungo termine sviluppa un’azione cerebrale che crea dipendenza che, a differenza di altri effetti tossici, non è reversibile spontaneamente. Gli effetti sono spesso bifasici, cioè l’effetto durante l’uso è seguito dall’effetto opposto alla sospensione dell’uso. Si tratta di un fenomeno abbastanza diffuso in diversi territori tra le fasce adolescenziali e i giovani adulti. Ad oggi, sono stati progettati e sintetizzati quasi 100 diversi composti di AAS che variano in base al destino metabolico e agli effetti fisiologici [1]. Da studi condotti sulla contraccezione ormonale maschile, è noto che potrebbero essere necessari fino a 6 mesi dopo la prima iniezione di testosterone fino a che la conta spermatica diminuisca fino a 1 milione/ml.

  • Gli steroidi anabolizzanti derivano dal testosterone; il termine anabolizzanti è dovuto al fatto che tali sostanze sono in grado di accelerare l’anabolismo, una delle due fasi in cui viene distinto il metabolismo (l’altra fase è il catabolismo).
  • Tuttavia, se la sete aumenta sensibilmente o se il bisogno di urinare si fa più frequente, è bene informare il medico.
  • Il tribulus è talvolta combinato con parti sotterranee di maca ( Lepidium meyenii ; Brassicaceae), una tradizionale pianta medicinale andina utilizzata nel trattamento delle disfunzioni sessuali e per aumentare la vitalità generale.

I corticosteroidi sono impiegati per via della loro azione antinfiammatoria e immunosoppressiva mentre gli steroidi androgeni anabolizzanti (AAS) per la loro azione anabolizzante. A partire dal 2000 in Italia è vietato dalla legge ed è considerato un reato perseguibile penalmente procurare ad altri, somministrare, assumere o favorire comunque l’utilizzo di farmaci o di sostanze biologicamente o farmacologicamente attive (come gli anabolizzanti) il cui impiego è considerato doping. L’Agenzia mondiale antidoping (WADA, dall’inglese World Anti-Doping Agency) pubblica una lista costantemente aggiornata delle sostanze il cui impiego è considerato doping. Al suo interno è possibile trovare un dettagliato elenco (sotto la voce Agenti anabolizzanti, Anabolic Agents) degli steroidi anabolizzanti vietati. In particolare, le dimensioni del seno e il grasso corporeo diminuiscono, la pelle diventa più ruvida e la voce più profonda.

Acido alfa lipoico: a cosa serve? Effetti collaterali?

Un altro gruppo di antiandrogeni, gli antigonadotropine, sopprime la produzione dell’ormone di rilascio delle gonadotropine (GnRH) e riduce la secrezione dell’ormone follicolo-stimolante (FSH) e dell’ormone luteinizzante (LH; inclusi leuprorelina, cetrorelix, vari progestinici ed estrogeni). I composti che stimolano la produzione di globulina legante gli ormoni sessuali (SHBG) aumentano i livelli di SHBG nel sangue e diminuiscono la disponibilità di androgeni come l’etinilestradiolo e il dietilstilbestrolo). Anticorticotropine bloccano la produzione di androgeni surrenali mediante l’inibizione dell’ormone adrenocorticotropo (ACTH) e vari glucocorticoidi. Un’altra strategia antiandrogena è l’uso di immunogeni androstenedione per preparare un vaccino contro il precursore androgeno androstenedione per generare anticorpi che bloccano la produzione di androgeni (p. es., ovandrotone albumina e androstenedione albumina).

Steroidi anabolizzanti e attività sportiva

In alcuni casi, come nella dipendenza da morfina, la ragione iniziale dell’uso era quella di controllare il dolore, ma l’azione della sostanza sul cervello produce un legame che prosegue poi in maniera indipendente, e costituisce appunto la dipendenza. Nell’ultima categoria rientrano anche i casi in cui i comportamenti aggressivi, in realtà antisociali, divengono però connotato positivo all’interno del proprio gruppo (es. banda, ambienti giovanili studenteschi). Chi abusa di steroidi o i potenziali abusatori possono essere divisi in due categorie. La variabilità inter-umana è molto elevata e il recupero della spermatogenesi dipende probabilmente dalla dose di anabolizzanti e dalla durata del ciclo.

Effetti collaterali degli steroidi anabolizzanti negli uomini

C’è stato anche un suggerimento che gli analoghi 19-nor di androstenediolo e androstenedione siano convertiti nel corpo in nandrolone, sebbene ci siano poche prove a sostegno di questa affermazione [ 97]. L’esposizione cronica ai profarmaci T può portare ai tipici effetti collaterali degli steroidi anabolizzanti, tra cui lo sviluppo di cancro alla prostata, ai testicoli o al pancreas, ginecomastia, mascolinizzazione, riduzione dell’HDL, disturbi cardiovascolari e aggressività [94 ] . I proormoni T sono nell’elenco delle sostanze controllate in molti paesi e la loro produzione, possesso e uso sono proibiti. Nel corso della sintesi degli analoghi T, sono stati ottenuti composti con il gruppo metilico rimosso dalla posizione C 19 e questi hanno mostrato notevoli attività progestiniche. Nandrolone (19-nortestosterone; 18 ,Figura 4) è disponibile come esteri decanoato e fenilpropionato, ma questi non sono attivi per via orale e devono essere somministrati tramite iniezione sottocutanea o intramuscolare. Sono utilizzati nel trattamento di anemia, ustioni gravi, sindrome da deperimento in pazienti affetti da AIDS [ 41 ], osteoporosi [ 42 ] o cancro al seno [ 39 , 43 ].

E’ un fenomeno in crescita che desta preoccupazione e che riguarda non solo gli atleti professionisti ma anche gli sportivi dilettantistici e amatoriali, il cui n… L’uso di androgeni in specie differenti ha dato luogo a virilizzazione dei genitali esterni di feti di sesso femminile. In alcune pubblicazioni è stato riportato che il nandrolone risulta essere genotossico nel test del micronucleo in vitro e nel test del micronucleo nel topo ma non nel ratto e nel comet test di topo e ratto. Negli animali Ormoni della crescita il nandrolone decanoato ha un effetto stimolante sull’eritropoiesi probabilmente stimolando in modo diretto le cellule staminali ematopoietiche nel midollo osseo e aumentando il rilascio di eritropoietina. Pertanto, Deca-Durabolin non deve essere usato durante l’allattamento (vedere paragrafo 4.3). L’associazione di Deca-Durabolin ( mg/settimana) con eritropoietina umana ricombinante (rhEPO), specialmente nelle donne, può consentire una riduzione della dose di eritropoietina per ridurre l’anemia.